Rapina in banca a Castellabate, arrestato anche il secondo malvivente che fuggì via col bottino

E’ stato arrestato anche il secondo malvivente che mercoledì scorso 28 marzo ha messo a segno, con un complice, una rapina  alla filiale del Banco di Napoli a Santa Maria di Castellabate, nella centralissima Via Diaz.

Entrambi sono di origini napoletane. Si tratta del 59enne Alfonso Liberti (arrestato nell’immediato) e del 55enne Aniello Giuliano finito in manette oggi.

Il complice si era rifugiato in una villetta a Pineta Mare, sul litorale del comune casertano.

I due minacciarono la cassiera con un’arma da taglio.  

In casa sono stati trovati anche gli abiti utilizzati dallo stesso il giorno della rapina. Nessuna traccia, invece, del malloppo. 

Il secondo rapinatore riuscì a fuggire via col bottino di poco meno di 5mila euro. Oggi l’arresto.

Lascia un Commento