Rapina al Teatro Ghirelli di Salerno. Coinvolto il custode

C’è il colpo di scena nelle indagini sulla rapina compiuta all’alba di ieri al Teatro Ghirelli di Salerno. Quella che sembrava essere la vittima dei malviventi, il custode della struttura, risulterebbe essere complice dei ladri. L’uomo, 31 anni della provincia di Napoli, aveva denunciato di essere stato legato e imbavagliato da almeno cinque malviventi che avevano portato via dal Ghirelli computer e numerose attrezzature tecnologiche e dell’impianto acustico del teatro. A smascherare l’uomo sono stati gli agenti della Squadra mobile della Questura di Salerno che hanno avviato subito le indagini. Ai poliziotti il custode ha dichiarato che almeno tre rapinatori erano armati di pistola. L’uomo avrebbe anche raccontato che i malviventi dopo averlo legato e imbavagliato avevano asportato tavolini, sedie, divanetti in vimini, apparecchiature per il suono e strumenti per la videoregistrazione, dileguandosi a bordo di un’auto Doblò.

Il guardiano ha riferito ai poliziotti della Squadra Mobile una dinamica dei fatti che dopo un’attenta attività investigativa, comprendente tra l’altro l’acquisizione dei filmati registrati dai sistemi di video sorveglianza, si è dimostrata inverosimile. La refurtiva, per un valore di circa 20mila euro,  è stata rinvenuta dalla Polizia a casa di un amico del custode anch’egli del vesuviano. Entrambi sono stati denunciati per furto aggravato in concorso e il custode anche per simulazione di reato.

Lascia un Commento