Rapina a mano armata a Capaccio Paestum per un 26enne del centro di accoglienza

Rapina a mano armata stamattina alla stazione ferroviaria di Paestum, nei pressi dell’incrocio semaforico dell’area archeologica.

Un 26enne originario del Mali, ospite del centro di accoglienza di Santa Venere è stato avvicinato da un automobilista di nazionalità italiana di circa 50 anni che gli ha offerto un passaggio. Il 26enne  è salito a bordo ma, una volta nell’auto, è stato minacciato dall’uomo, che gli ha puntato una pistola alla testa intimandogli di consegnargli tutto il denaro che aveva con sé pari ad 84 euro.

Poi è stato scaraventato fuori dallo sportello e lasciato sul ciglio della strada.

Sotto choc, ha raggiunto a piedi la stazione dalla quale ha avvertito i responsabili del centro migranti sulla rapina che aveva subito. L’accaduto è stato denunciato ai carabinieri che ora stanno indagando.


Lascia un Commento