Raccolta rifiuti ad Agropoli, sospeso lo stato di agitazione degli operai Yele

Dopo la manifestazione di protesta dei giorni scorsi, gli operai della Yele, la società addetta alla raccolta rifiuti nel Cilento, hanno deciso di sospendere lo stato di agitazione dopo la riunione tenutasi nei giorni scorsi con il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, che si è assunto l’impegno di risolvere le criticità evidenziate.

Alla base delle proteste degli operai i ritardi nei pagamenti degli stipendi, la gestione dei dipendenti, ma anche la mancanza di condizioni di sicurezza all’interno del cantiere di Agropoli.

I sindacati chiedono ora alla Regione Campania e al Prefetto di Salerno di intervenire affinché “sia ripristinata la corretta gestione del personale”.

Per il sindacato Fials, che sta seguendo in prima persona la vicenda, ci sarebbe una gestione clientelare degli operai.

Lascia un Commento