Punti nascita di Polla e Sapri non saranno chiusi. L’intervista

I punti nascita degli ospedali di Polla e Sapri continueranno a funzionare anche dopo il 31 dicembre. Lo ha precisato l’Asl Salerno, in una nota inviata ai direttori sanitari dei due presidi ospedalieri.

Scongiurata quindi la chiusura dal primo gennaio, così come stabilito dal Governo, per i due punti nascita che non raggiungono i 500 parti all’anno.

Oggi il Comitato di Lotta a difesa dell’ospedale di Sapri ha incontrato il direttore sanitario dell’ospedale di Sapri, Rocco Calabrese, che aveva scritto al commissario Asl Iervolino per la revoca della decisione

Ascolta un esponente del comitato, Luciano De Geronimo

De Geronimo punti nascita

Lascia un Commento