PROVINCIA – La politica del buon senso

In attesa di vedere chiarita la questione delle liste in campo per le elezioni provinciali, il Presidente della Provincia di Salerno Angelo Villani ha deciso di puntare, con decisione, alle scelte concrete, a quelle decisioni che sono in grado di modificare ed aiutare la realtà economica del territorio.
Con una decisione che, già nel mese di Ottobre 2008, aveva fatto discutere, tanto da meritare una citazione positiva sul quotidiano “Libero” di Vittorio Feltri, Angelo Villani, dinanzi ai primi vagiti della grande crisi economica, decise di violare il patto di stabilità, per pagare i fornitori dell’amministrazione provinciale, cioè quelle numerose aziende che, pur avendo fornito la propria opera e i propri materiali, pur avendo già versato l’iva sulla fattura emessa, non avevano ancora ricevuto il pagamento di quanto dovuto. Una scelta coraggiosa che, però, trovo immediatamente altri amministratori, per lo piu’ del Nord Est, pronti a seguirlo in una strada il piu’ possibile vicina alle esigenze delle aziende e delle famiglie del territorio. Già 30 i milioni di euro liberati grazie alla scelta del Presidente Villani che, come effetto immediato, ha avuto una sanzione, e cioè il taglio del 30% a carico delle indennità di presidente, assessori e consiglieri.
Aver visto giusto nello scorso mese di ottobre sta spingendo, adesso, Angelo Villani anche ad altre iniziative come quella di chiedere al Governo Centrale di rivedere gli accordi Basilea 2, cioè quelle norme che rendono difficile, se non impossibile, l’accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese che non rientrano in parametri ben precisi, rigidi e complicati, soprattutto per chi opera nel meridione d’Italia.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento