Protestano i Vigili del Fuoco anche a Salerno martedì 16 gennaio

Anche a Salerno i Vigili del Fuoco sono pronti ad incrociare le braccia martedì 16 gennaio per tre ore per rivendicare alcuni diritti persi.

Sarà uno sciopero simbolico poiché sarà garantito sempre il soccorso.

I caschi rossi, con questa protesta, vogliono recuperare economicamente i contratti che mancano dal 2009, chiedono poi l’assunzione dei precari del corpo nazionale per risolvere definitivamente il problema delle dotazioni organiche e rientrare nei parametri europei di 1 vigile del fuoco ogni 1000 abitanti. Inoltre rivendicano la possibilità di poter andare in pensione a 53 anni e non a 62 anni come stabilito dalla nuova legge.

L’Unione Sindacale di Base dei Vigili del Fuoco sottolinea che le dotazioni organiche non consentono di avere spesso squadre per gli interventi di soccorso a scapito dei cittadini che, in caso di necessità, non vedono arrivare i pompieri perchè impegnati in altri servizi di soccorso.

Il sit in si terrà davanti alla Prefettura di Salerno martedì 16 gennaio dalle 9,30 alle 12,30 per chiedere un intervento del Prefetto Salvatore Malfi a sostegno delle rivendicazioni lamentate.

Lascia un Commento