Protestano le Province venerdì 6 ottobre contro la grave situazione finanziaria

Personale di Province e Città Metropolitane in sciopero domani 6 ottobre per protestare contro la grave situazione finanziaria in cui versano questi enti e riguardo l’impossibilità di offrire servizi alla cittadinanza.

La mobilitazione è stata indetta dalle Segreterie Nazionali. In prima linea il territorio Salernitano, secondo per estensione in Italia e caratterizzato da una variegata morfologia idrogeologica e quindi con la necessità di fornire servizi a numerosi istituti scolastici, ma anche di provvedere alla manutenzione alla strade provinciali.

Nessun effetto ha sortito la nota congiunta delle segreterie sindacali nazionali, presentata all’inizio luglio al Governo, con cui veniva rimarcato “la crisi drammatica in cui versano province e città metropolitane”.

Per la giornata di sciopero nazionale delle province programmata per domani, è previsto un presidio di due ore davanti alla Prefettura di Salerno, dalle ore 10 alle 12.

Al termine i responsabili Provinciali, insieme ai responsabili aziendali, e al Presidente della Provincia di Salerno e tutti i Sindaci, si recheranno in Prefettura con un documento, evidenziando per l’ennesima volta non solo la grave crisi in cui versa l’Ente Provincia di Salerno, ma la possibilità di interruzione dei servizi essenziali.

Lascia un Commento