Protesta navigator in Regione a Napoli, a De Luca “scendi, scendi”

Protesta in corso, davanti alla sede della Regione Campania a Napoli, di circa 40 persone contro la decisione del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, di non firmare la convenzione con Anpal Servizi necessaria per consentire ai navigator di iniziare a lavorare.

I navigator che hanno vinto un concorso nazionale, lo ricordiamo, in Campania, sono 471 e dovranno aiutare i percettori del reddito di cittadinanza alla ricerca di un lavoro. Si tratta di un incarico retribuito per la durata di 2 anni. Il governatore campano però non ha intenzione di firmare la convenzione con Anpal poiché i navigator – a suo dire – non farebbero altro che alimentare il precariato.

“Con la scusa del precariato sono un navigator disoccupato” e “Laureati selezionati disoccupati” sono gli striscioni esposti stamattina in corteo. I manifestanti, al grido di “scendi, scendi”, rivendicano la possibilità di incontrare il presidente De Luca o un suo delegato.

Anche l’assessore al Lavoro del Comune di Napoli, Monica Buonanno, è scesa in piazza Municipio per portare la vicinanza e il sostegno dell’amministrazione comunale ai navigator. “Sono persone che hanno svolto un regolare concorso. La Regione Campania non si può sottrarre anche perchè abbiamo il numero più alto di beneficiari di reddito di cittadinanza che i navigator devono sostenere nella parte del patto per il lavoro” così Buonanno 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento