Pronti test rapidi per rientri estero. Le Regioni chiedono più vigilanza e controlli su chi torna

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Nuovi test rapidi per diagnosticare il virus e più controlli da effettuare in aeroporti, porti e valichi di frontiera a tutti coloro che entrano in Italia.

Il ministero della Salute si muove per evitare che i casi di positivi di rientro dalle vacanze facciano esplodere nuovamente la curva dei contagi e compromettano anche la riapertura delle scuole a settembre. I test sono in corso di validazione e, se supereranno le verifiche del Comitato tecnico scientifico, potrebbero finire in un provvedimento per ampliare le verifiche. Il bollettino dell’Istituto superiore di sanità relativo agli ultimi 30 giorni fotografa un abbassamento dell’età media dei contagiati a 38 anni, con la fascia d’età 0-19 a circa il 13% del totale e quella 19-50 che rappresenta il 55%; la prima fascia è più che quintuplicata, la seconda è quasi raddoppiata. 

Sono dunque i giovani a preoccupare di più, tra movida e vacanze senza alcuna precauzione tanto che sui social è partita una campagna di artisti del mondo della musica, del cinema e dello spettacolo con l’hashtag #iorispettoleregole proprio per spiegare ai ragazzi che servono comportamenti responsabili. 

 

Di “stretta rigorosa indispensabile su controlli e test sierologici” parla anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sostenendo che l’80% dei nuovi contagi in Campania derivi da “contatti provenienti o rientranti dall’estero”. Altrimenti, dice, “diventerà inevitabile la chiusura delle frontiere”. Chi si sta portando avanti, è il Lazio: la Regione sta predisponendo la possibilità di sottoporre a test chi rientra dalle vacanze in aree ad alta incidenza di contagi per Covid in attesa che il provvedimento, come auspicato dal presidente della Regione Nicola Zingaretti, sia esteso a tutta Italia. E i test dovrebbero interessare non solo gli aeroporti ma anche le stazioni dell’alta velocità.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp