Produzione olio, nel Salernitano fino a -49% rispetto allo scorso anno

Sarà un raccolto ai minimi storici per l’olio della provincia di Salerno.

Ad annunciarlo è la Coldiretti Salerno.

ììDopo il boom della produzione olivicola del 2015, la stagione si prospetta negativa con una previsione del -49% rispetto allo scorso anno ma con una qualità molto elevata che conferma l’eccellenza dell’olio extravergine salernitano.

“Le prime settimane del mese di giugno sono state caratterizzate da elevata piovosità e umidità – ha spiegato il direttore Enzo Tropiano – fattori che hanno contribuito negativamente nonostante una buona fioritura iniziale”.

Nel dettaglio, secondo la Coldiretti, la perdita di produzione di olio si attesterà sul – 50% nella zona degli Alburni e del Basso Cilento e intorno al – 35% per i Picentini.

Il calo di quest’anno però non inciderà sulla qualità che sarà molto elevata. Coldiretti consiglia di prestare molta attenzione ai prezzi. Se la bottiglia sarà venduta al di sotto dei 7-8 euro, c’è il rischio si tratti di olio extravergine di oliva non salernitano.

Lascia un Commento