Prodotti caseari con latte in polvere, protesta a Montecitorio. Il punto con Catiello Gallo

Allevatori e casari salernitani oggi in piazza Montecitorio a Roma,  per la manifestazione di Coldiretti a difesa del Made in Italy contro il formaggio e lo yogurt senza latte.

“L’utilizzo del latte in polvere per la preparazione dei formaggi metterebbe a rischio le produzioni casearie salernitane – sottolinea il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio – il settore zootecnico vive già una forte crisi a causa dei bassi margini di guadagno nel prezzo del latte e dei consumi ridotti”.

Secondo l’organizzazione dei produttori agricoli, con questo ennesimo provvedimento imposto dalla UE, le produzioni tradizionali salernitane come il caciocavallo, il pecorino, la mozzarella, rischierebbero praticamente di scomparire.

A Montecitorio sono giunti da Salerno, oltre cento allevatori e produttori caseari per difendere un settore che ha un’importanza strategica per l’economia e l’occupazione del territorio. Secondo Coldiretti, negli ultimi tre anni, in provincia di Salerno ha chiuso una stalla su cinque.

 

Abbiamo parlato di questa problematica con Catiello Gallo, titolare del Caseificio Campolongo di Montesano

Riascolta l'intervista QUI

Intervista a Catiello Gallo sull'uso del latte in polvere

Lascia un Commento