Processo termovalorizzatore, De Luca assolto ‘il fatto non sussiste’. Esulta ‘Finalmente!’

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca è stato assolto "perché il fatto non sussiste" nel processo d'appello sulla realizzazione, mai avvenuta, di un termovalorizzatore a Salerno, all’epoca in cui era sindaco della città. Gli veniva contestato l’abuso d’ufficio per  la nomina di un project manager.

In primo grado era stato condannato a un anno, pena sospesa, condanna che aveva determinato nei confronti di De Luca la sospensione dall'incarico di presidente della Giunta regionale per effetto della Legge Severino, provvedimento poi sospeso dal tribunale.

''Finalmente'', questo il primo commento di un soddisfatto Vincenzo De Luca ha commentato al telefono con uno dei suoi avvocati, Paolo Carbone, la sentenza della Corte di Appello di Salerno che lo ha assolto perché il fatto non sussiste dalle accuse di abuso in atti di ufficio e peculato per la nomina di un project manager nell'ambito del progetto per la costruzione di un termovalorizzatore.

''Ci abbiamo messo un po' ma ce l'abbiamo fatta'' le parole con le quali l'avvocato Carbone ha comunicato la notizia al governatore della Campania.

La sentenza è giunta dopo due ore di Camera di Consiglio

Lascia un Commento