Problemi al termovalorizzatore di Acerra, i disagi per la città di Angri

Polemiche ad Angri per la questione rifiuti. Dal 4 gennaio, infatti, e per circa 6 settimane, il termovalorizzatore di Acerra effettuerà un intervento di manutenzione che avrà ripercussioni anche sull’impianto per il Trattamento Meccanico Biologico dei rifiuti solidi urbani di Battipaglia.

Pertanto l’Assemblea dell’Ente d’Ambito ha stabilito per tutti i comuni afferenti all’ATO di Salerno, una riduzione di rifiuti del 40% che sarà possibile conferire. Il comune di Angri, sulle quasi 163 tonnellate di rifiuti prodotti a settimana, sarà costretto a diminuire la raccolta di circa 63 tonnellate, con molte difficoltà nella raccolta e nello smaltimento della frazione indifferenziata, e con la necessità di ottimizzare le modalità di raccolta riducendo al minimo la produzione della frazione secca.

E’ polemico il sindaco Cosimo Ferraioli, per il quale ciò vanifica gli sforzi messi in campo per mantenere la città pulita puntando ad aumentare le percentuali di raccolta differenziata. Per l’assessore all’ambiente Maria Immacolata D’Aniello, si tratta di una “fase di emergenza alla quale si aggiunge anche la beffa di vedere aumentare i costi di smaltimento in modo esponenziale da parte di Eco-Ambiente”. Infine l’appello ai cittadini di differenziare il più possibile rispettando rigorosamente il calendario.

Lascia un Commento