Prignano C. (SA) – Il battello dell’ Oasi Alento fermo per siccità

Dall’apertura primaverile dell’Oasi fiume Alento a Prignano Cilento, non si sono svolte gite turistiche nel lago, a causa della siccità. Lo hanno spiegato gli operatori dell’area verde in occasione della tappa del Festival della Natura affermando che "il battello non è salpato perché il livello delle acque è sceso di 22 metri e ciò rende difficile l’accesso". Non c’è però alcun allarme per l’approvvigionamento idrico e l’irrigazione: l’acqua – hanno spiegato – al centro lago è a 14 metri. L’area protetta, che si estende per oltre 3mila ettari, è stata riconosciuta da habitat naturale come Sic, Sito di importanza comunitaria, e nel 1998 è stata nominata dall’Unesco ‘patrimonio dell’umanità’. L’oasi ha avuto lo scorso anno 27 mila visitatori, un dato in netta crescita rispetto ai 9mila visitatori di cinque anni fa. Entro l’anno, sarà anche possibile vedere gli animali lacustri in notturna, grazie a telecamere ad infrarossi installate su atolli artificiali.

Lascia un Commento