Preziosi reperti archeologici sequestrati al Porto di Salerno restituiti all’Egitto

Circa 23mila monete in bronzo e argento antiche e 195 reperti archeologici di epoca compresa tra il predinastico e il periodo tolemaico, sono stati restituiti questa mattina al ministero dell’Antichità della Repubblica d’Egitto nella sede del Comando carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Roma.

Il materiale venne recuperato e sequestrato nel maggio 2017 nell’area doganale del porto di Salerno a seguito di un controllo su un container apparentemente destinato al trasporto di sole masserizie. Tutti i reperti sono stati giudicati originari dell’antica città di El Miniya dove, proprio, nel febbraio 2018, il ministro delle Antichità Egiziano aveva annunciato la scoperta di un’eccezionale necropoli.

Lascia un Commento