Premio San Giovanni Paolo II, appuntamento sabato 19 ottobre a Teggiano. I premiati

Appuntamento domani a Teggiano con il Premio “San Giovanni Paolo II” giunto alla sua quarta edizione.

Emozioni e sorprese anche quest’anno per la manifestazione che unirà alla celebrazione liturgica dei gesti concreti che le ACLI di Salerno intendono sostenere.

Ad essere premiato sarà Monsignor Giuseppe Liberto, maestro e compositore che nel 1997 venne scelto proprio da papa Wojtyla per la direzione della Cappella musicale pontificia “Sistina”. La scelta è stata presa all’unanimità dalla commissione presieduta da Francesco Antonio Grana.

Premiati anche il salernitano Giuseppe Blasi, giornalista e Presidente dell’UCSI Campania (l’unione dei giornalisti cattolici della stampa) ed il giornalista Salvatore Cernuzio.

L’evento, promosso ed organizzato con la diocesi di Teggiano si terrà nella parrocchia di San Marco dove è custodita la reliquia ex capillis di san Giovanni Paolo II.

La cerimonia di premiazione, a cui prenderanno parte le autorità istituzionali, civili e religiose del territorio, si svolgerà sabato 19 ottobre 2019 con inizio alle ore 16.30. 

Nel corso della serata, sarà ufficializzato il protocollo d’intesa sottoscritto tra le ACLI salernitane e l’Istituto comprensivo di Teggiano. Un progetto per la comunità e soprattutto per i ragazzi per premiare con una borsa di studio, gli alunni più meritevoli delle classi terze, che abbiano concluso il ciclo di studi con il massimo dei voti e nel corso del quale, abbiano approfondito e realizzato la migliore ricerca sul pensiero e magistero di Karol Wojtyla.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento