POTENZA – Tangenti petrolio, a imprenditore i domiciliari

Il Tribunale del riesame di Potenza ha annullato l’ordinanza con la quale, il 2 febbraio scorso, era stato arrestato per ricettazione, l’imprenditore Francesco Rocco Ferrara, coinvolto nell’inchiesta su presunte tangenti legate al petrolio in Basilicata. A Ferrara sono stati concessi gli arresti domiciliari. L’imprenditore fu arrestato a metà dello scorso mese di dicembre insieme ad altre persone, fra le quali l’amministratore delegato di Total Italia, Levha. Il 30 dicembre il Tribunale del riesame lo collocò agli arresti domiciliari da dove, il 2 febbraio, fu di nuovo trasferito in carcere. Ora è di nuovo a casa.

Lascia un Commento