POTENZA – Minacce a Rega dal 2009 per il suo libro sulla convivenza religiosa

Dal settembre 2009, sono una decina gli episodi di minacce ricevute, a Potenza e a Roma, dal giornalista di Televideo Rai, Nello Rega, contro la cui automobile la notte scorsa è stato sparato un colpo di pistola. Le minacce cominciarono dopo la pubblicazione del libro "Diversi e divisi" (edizione Terra del Sole) sulla convivenza tra islamici e cristiani: il 24 settembre del 2009, tre giorni prima della presentazione a Potenza, il giornalista riferì di aver ricevuto una busta con due proiettili. In seguito, in altre tre occasioni, Rega trovò buste con proiettili sulla sua auto, a Roma, nel parcheggio di Saxa Rubra, e nella cassetta della posta della sua abitazione, a Potenza. Il 27 novembre 2009, invece, nel capoluogo lucano, fu lasciata una testa mozzata di agnello all’interno dell’automobile del giornalista. Un’altra busta con due proiettili fu depositata il 7 aprile 2010 sullo zerbino davanti alla porta dell’abitazione di Rega, a Potenza. Infine, lo scorso 22 novembre, nella buca delle lettere del palazzo di Potenza dove abita Regò trovò due cartucce per fucile.

Lascia un Commento