POTENZA – Inchiesta. Gip, intercettazioni non utilizzabili

Le intercettazioni telefoniche che hanno riguardato nove fra uomini di governo e parlamentari, fra i quali l’ex Ministro della Giustizia, Mastella, e il Sottosegretario allo Sviluppo economico, Bubbico, non sono utilizzabili nell’inchiesta su presunti casi di corruzione nel settore della sanità in Basilicata, coordinata dal pm di Potenza, Woodcock. Lo ha deciso il gip, Romaniello, alla quale Woodcock aveva chiesto di inoltrare richiesta di autorizzazione al Parlamento per usare le intercettazioni. Il 7 gennaio scorso, il gip affidò ad un perito l’incarico di trascrivere le telefonate, per valutarne il contenuto e decidere se chiedere al Parlamento di poterle utilizzare. Secondo quanto si è appreso, alcune conversazioni sono irrilevanti ai fini delle indagini, altre non sono pertinenti, altre ancora hanno contenuti riferibili esclusivamente alla vita politica e istituzionale o non presentano elementi penalmente rilevanti.

Lascia un Commento