Potenza: Donna morta durante intervento, sospesi 5 medici e un infermiere

Cinque medici e un infermiere dell’Ospedale San Carlo di Potenza sono stati sospesi dal direttore generale dell'azienda ospedaliera per la vicenda della donna morta lo scorso anno durante un intervento chirurgico al cuore. Ieri, la polizia ha acquisito il file audio che nei giorni scorsi il sito web "Basilicata24" ha pubblicato, e che contiene la conversazione, apparentemente tra due medici che farebbero riferimento alla morte della donna, e dal quale emergerebbe una colpa professionale, con successivi tentativi degli stessi medici di nasconderla.

Il cardiochirurgo che ha registrato la "confessione" del collega presente quel giorno in sala operatoria è stato sospeso per 30 giorni: la sua posizione è considerata la più grave, al punto che la sospensione inflittagli potrebbe essere prorogata. Gli altri sospesi sono il primario della cardiochirurgia, due cardiochirurghi, un anestesista e un infermiere, tutti presenti nella sala operatoria il giorno dell'operazione al cuore alla donna, che aveva 71 anni. All'inizio del 2014, sulla base di un esposto anonimo, la Procura di Potenza ha aperto un'inchiesta.

Lascia un Commento