POTENZA – Caso Claps. Verosimile un tentativo di stupro

Elisa Claps sarebbe stata violentata o quanto meno avrebbe subito un tentativo di stupro prima di essere uccisa dal suo assassino. L’ipotesi è considerata verosimile da fonti investigative alla luce dei primi risultati dell’autopsia eseguita dal medico legale sui resti di quello che si presume possa essere il corpo della ragazza scomparsa il 12 settembre del 1993 a Potenza e ritrovato lo scorso 17 marzo nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità del capoluogo. Dagli esami è emerso che la ragazza aveva i pantaloni sbottonati e il reggiseno slacciato. Per verificare ulteriori tracce di violenza sono stati prelevati alcuni pezzi di cute mummificati dall’area addominale. La stessa procura di Salerno che conduce l’inchiesta, ipotizza il reato di violenza sessuale, oltre a quelli di omicidio e occultamento di cadavere nei confronti dell’unico indagato che al momento rimane Danilo Restivo.

Una risposta

  1. ANA MARIA 25/03/2010

Lascia un Commento