POTENZA – Caso Calps, per la madre di Elisa l’assassino deve marcire in carcere

L’assassino di Elisa Claps deve marcire in carcere: lo ha detto ieri sera durante una puntata di "Chi l’ha visto?" su Rai 3, Filomena Iemma, la madre della studentessa potentina scomparsa il 12 settembre 1993 e i cui resti sono stati trovati il 17 marzo scorso nel sottotetto della canonica della chiesa della Santissima Trinità. La madre e il fratello di Elisa hanno risposto alle domande di Federica Sciarelli e hanno criticato le prime indagini dopo la scomparsa di Elisa: "Avevano la soluzione lì davanti – ha detto Gildo Claps – e il profilo di Danilo Restivo era chiaro. Chi non l’ha arrestato allora ha armato la sua mano per l’omicidio di Heather Barnett, nel Dorset, in Inghilterra".

Lascia un Commento