POTENZA – Bloccato il trasferimento dei cani in Calabria

La polizia provinciale di Potenza ha bloccato il trasferimento in Calabria di 367 cani che si trovavano in due canili del capoluogo e di Paterno, sequestrando le bestiole, nell’ambito di un’inchiesta nella quale si ipotizza il reato di maltrattamento di animali di affezione. L’operazione è stata condotta a seguito di una vicenda cominciata oltre un anno fa, che è stata oggetto anche di interrogazioni parlamentari. Lo fanno sapere il Consorzio canili Basilicata e l’associazione Diritti natura animali, che si opponevano al trasferimento dei cani in quanto avrebbe causato loro solo una inutile sofferenza psico-fisica.

Lascia un Commento