Positano, le due frane sono state causate da abusi edilizi

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Ci sono sviluppi dopo le verifiche compiute dalla Capitaneria di Porto a seguito delle frane di domenica 26 luglio scorso in località Laurito di Positano, dove un costone roccioso affacciato sul mare è stato interessato da due frane successive che non hanno interessato persone o cose.

Le prime informazioni che il personale della Guardia Costiera ha raccolto sul posto ed ha fornito al Centro di Coordinamento Ambientale Guardia Costiera della Direzione Marittima della Campania hanno subito destato interesse investigativo perché si riferiva di una frana particolarmente “polverosa”, circostanza incongruente con un costone roccioso.

Gli ulteriori accertamenti dei militari hanno permesso di scoprire una costruzione abusiva con lavori ancora in corso ed una macchina per la frantumazione delle rocce, occultata con un telo mimetico, per impedirne l’individuazione dall’alto. Con il coordinamento della Procura della Repubblica di Salerno, è stata fatta una prima ricostruzione dei fatti ipotizzando che la frana sia stata causata dallo smottamento del materiale di risulta polverizzato ed accumulato, in sensibile quantità, a monte del costone.

 

Si è quindi provveduto all’immediato sequestro del manufatto abusivo ed a mettere sotto sequestro anche il costone roccioso di circa 6.000 mq interessato dallo smottamento.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp