Porto di Salerno, le priorità secondo Francesco Messineo. Ascolta l’intervista

Il dragaggio dei fondali ma soprattutto il completamento delle Gallerie di Porta Ovest, sono la doppia spada di Damocle che pende sul futuro del porto di Salerno.

E’ tornato a parlarne questa mattina anche Francesco Messineo, segretario dell’Autorità di Sistema Portuale Tirreno Centrale, che ha incontrato a Salerno il ministero per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti.

Ieri si è tenuto un nuovo summit che però non ha portato risultati. Allo stato dei fatti, se non c’è un’accelerazione, le gallerie di Porta Ovest rischiano di restare degli inutili trafori nella montagna, mentre la stazione marittima senza il dragaggio dei fondali rimarrà dolo location per iniziative e convegni.

Intanto il Comune di Salerno ha deciso di convocare una prima di una serie di riunioni per interloquire con il Ministero dell’Ambiente in merito al provvedimento autorizzativo propedeutico all’avvio del dragaggio dei fondali.

Per Messineo c’è forte preoccupazione soprattutto per i tempi di realizzazione.

Ascolta le sue dichiarazioni 

Messineo Porto Salerno

Lascia un Commento