Porto di Salerno, per la Cisal necessario accelerare i lavori di dragaggio

Gigi Vicinanza, sindacalista della Cisal provinciale, chiede a gran voce il dragaggio del porto di Salerno. “Le attuali condizioni del fondale del porto danneggiano fortemente tutte le attività che decidono di scommettere sullo scalo della nostra città, sostinene Vicinanza che condivide l’idea di Domenico De Rosa, amministratore delegato del gruppo Smet: lo sviluppo del retroporto dello scalo salernitano è assolutamente una priorità assoluta non solo per il Mezzogiorno d’Italia ma per l’intero sistema portuale italiano”.
Per Vicinanza, dunque, è necessario che questo intervento sia realizzato subito per annullare questo fortissimo disagio e per eliminare le carenze strutturali di un fondale che provoca problemi nell’uscita e nell’entrata delle imbarcazioni nel porto. 

Il 2018 sarà certamente un anno di forte espansione per la rete delle Autostrade del Mare e di forte crescita occupazionale, che possiamo già stimare tra il 10 per cento e il 15 per cento in più rispetto all’anno in corso. “C’è bisogno dell’impegno di tutti, classe politica in primis. Non possiamo disperdere questo patrimonio economico raggiunto con tanti sacrifici”. Conclude il sindacalista

Lascia un Commento