Porto di Salerno, ecco cosa chiedono i lavoratori dopo la riforma Delrio

I circa 500 lavoratori del Porto di Salerno seguono con molta attenzione il cambiamento in atto per lo scalo salernitano interessato direttamente dalla riforma dei porti voluta dal ministro Delrio. Salerno farà parte dell’Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Centrale che comprende anche gli scali di Napoli e di Castellamare.

Il presidente di questo organismo è il casertano Pietro Spirito e ieri è stato anche nominato il segretario generale. Si tratta dell’ingegnere salernitano Francesco Messineo che per 8 anni è stato segretario generale dell’Autorità portuale di Salerno. Potrebbe essere anche Messineo il prossimo commissario che dovrà traghettare il porto salernitano nell’autorità unica, probabilmente fra un anno. Ma in questa fase cosa chiedono i lavoratori del porto di Salerno?

Lo abbiamo chiesto a Francesco Ceschini, segretario dei portuali e marittimi per la Cgil

Riascolta l’intervista di Pino D’Elia
Francesco Ceschini segretario portuali Salerno su Riforma

Lascia un Commento