Pontecagnano (SA) – Sica coinvolto nei misteri dell’Italia

Il sindaco di Pontecagnano ed assessore regionale della Campania, Ernesto Sica, sarebbe indagato nell’ambito dell’inchiesta sull’eolico in Sardegna, che ieri ha portato in carcere l’imprenditore Flavio Carboni, ex esponente della Dc campana, e gli imprenditori napoletani Pasquale Lombardi e Arcangelo Martino, accusati dalla Procura di Roma di associazione a delinquere semplice e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete. I tre, secondo quanto accertato dai pm romani, avevano messo su una organizzazione caratterizzata "dalla segretezza degli scopi" e volta "a condizionare il funzionamento degli organi costituzionali nonché degli apparati della pubblica amministrazione". Ancora non chiaro il coinvolgimento nell’inchiesta del sindaco salernitano, che ieri avrebbe ricevuto un’informazione di garanzia. Carboni, invece, già al centro di indagini su vicende complesse della storia italiana come il caso Calvi, assieme a Martino e Lombardi, secondo l’accusa aveva "sviluppato una fitta rete di conoscenze nei settori della magistratura e della politica da sfruttare per i fini segreti del sodalizio".

Lascia un Commento