Pontecagnano (SA) – Facevano prostiuire delle minorenni, arrestati due bulgari

Induzione e sfruttamento della prostituzione minorile aggravata, ed estorsione aggravata. Sono le accuse per le quali due coniugi bulgari sono stati raggiunti dal provvedimento di fermo di indiziato di delitto eseguito dagli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia. Le indagini hanno permesso di scoprire che i due bulgari, con i contatti che avevano in patria, munivano di documenti falsi le loro connazionali minori, che a questo punto risultavano essere maggiorenni. Le facevano poi accompagnate dal loro contatto presso un porto greco, dal quale erano imbarcate per raggiungere il porto di Brindisi, dove il bulgaro le andava a prelevare. A questo punto il passaggio da una vita da adolescente alla prostituzione era breve, i coniugi bulgari assegnavano alla nuova arrivata un posto sulla litoranea tra Pontecagnano e Battipaglia, fornendole le opportune indicazioni su dove portare i clienti. Dal giorno successivo al loro arrivo in Italia le ragazze iniziavano a produrre ingenti guadagni di cui la metà veniva versata ai loro sfruttatori.
Nell’ambito delle stesse indagini, sono state deferite in stato di libertà per favoreggiamento delle persone sottoposte a fermo, che si prostituivano alle dipendenze dei coniugi bulgari.

Lascia un Commento