Pontecagnano Faiano, operazione Perseo. Torna in libertà il consigliere Anastasio

Torna libero il consigliere comunale di Pontecagnano Faiano, Antonio Anastasio, arrestato lo scorso 22 febbraio nell’ambito dell’operazione Perseo su presunte collusioni con la camorra.

Il giudice per le indagini preliminari ha dichiarato l’inefficacia della misura cautelare ordinando l’immediata reimmissione in libertà di Anastasio che era ai domiciliari.

Non vi è stata, inoltre, alcuna richiesta del Pm per l’applicazione di altre misure. Decisione che conferma l’estraneità di Anastasio dai reati contestati. Decade a questo punto anche la sospensione dal consiglio comunale ed Anastasio tornerà in consiglio dalla prossima riunione.  

Il consigliere comunale si era avvalso della facoltà di non rispondere, presentando, tuttavia, una propria memoria difensiva nella quale ha respinto tutte le accuse. Anastasio era accusato di violenza privata e attentato contro i diritti politici del cittadino. Secondo l’accusa, sarebbe stato il mandante delle minacce al consigliere comunale di maggioranza Bellino, allo scopo di non farlo partecipare al Consiglio comunale che doveva approvare il bilancio comunale, decisivo per la vita dell’amministrazione.

Anastasio invece è riuscito a dimostrare la sua estraneità alle accuse contestate, riconquistando la libertà.

Lascia un Commento