Pontecagnano – Arrestato un trentacinquenne latitante romeno

I carabinieri della Compagnia di Battipaglia, con l’aiuto di unità cinofile, lo hanno circondato alle prime luci dell’alba di stamane in un casolare fatiscente sulla litoranea di Pontecagnano, sorprendendolo mentre dormiva. E’ finita così la lunga fuga del trentacinquenne latitante romeno Emil Blaj, ricercato dal 2006 dalle polizie di tutta Europa in quanto colpito da un mandato di cattura internazionale per aver commesso, il 17 giugno del 2003, una rapina ai danni di un esercizio commerciale in Romania. Durante quell’episodio il proprietario del locale ed un vigilante rimasero feriti. Blaj fu condannato da un tribunale romeno a tre anni e sei mesi di carcere in contumacia poiché di lui si erano completamente perse le tracce. Ma i carabinieri della stazione di Pontecagnano, con una meticolosa attività investigativa, sono riusciti ad acquisire informazioni sulla presenza del latitante nel casolare di Pontecagnano. Così stamane i militari dell’Arma, coordinati dal capitano Giuseppe Costa, hanno effettuato il blitz arrestando il latitante, che non ha opposto resistenza ed è stato rinchiuso nel carcere di Salerno in attesa di essere estradato nel proprio paese d’origine. Sono in corso ulteriori accertamenti per stabilire il coinvolgimento del romeno in simili episodi registrati in Italia.

Lascia un Commento