Pontecagnano, 15 arresti. Tra gli indagati anche un consigliere di minoranza e reggenti del clan Pecoraro-Renna

Referenti, affiliati e reggenti del Clan Pecoraro-Renna a Pontecagnano sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia.

Le misure restrittive con le accuse più gravi di associazione per delinquere di stampo camorristico finalizzata all’estorsione aggravata con metodo mafioso sono state eseguite nei confronti di 13 persone che finiscono in carcere.

Un 14/mo indagato è un consigliere comunale di minoranza, accusato di attentato contro i diritti politici del cittadino e violenza privata. Arresti in carcere anche per lui.

La 15/misura cautelare agli arresti domiciliari è per l’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Avrebbe beneficiato indebitamente di fondi europei per il tramite della Regione Campania per un valore di 250mila euro.

Lascia un Commento