Pollica (SA) – Omicidio Vassallo, test del DNA su 60 persone per isolare le tracce del killer

Particolari si apprendono oggi sulle indagini riguardanti l’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, avvenuto il 5 settembre del 2010. Secondo quanto scrive La Repubblica, la Procura di Salerno ha disposto il test del Dna su 60 persone per poter distinguere le tracce dell’assassino perché il luogo del delitto “non fu adeguatamente preservato” nei minuti immediatamente dopo. Secondo il quotidiano, l’obiettivo è accertare a chi appartengono l’impronta di una mano sull’auto del sindaco-pescatore e le tracce biologiche rilevate su uno dei bossoli. Un censimento con il quale gli inquirenti si augurano di potere escludere quanti accorsero nel luogo in cui venne ucciso Angelo Vassallo e, quindi, isolare le tracce del killer. Una eventualità, quest’ultima, che rappresenterebbe una svolta nelle indagini sull’uccisione di Vassallo

Lascia un Commento