Polla (SA) – All’ospedale resta poco gasolio da riscaldamento. Partito il piano di razionamento

Al presidio ospedaliero di Polla, a distanza di cinque mesi, torna il problema della mancanza di forniture di gasolio da riscaldamento. La Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Polla ha predisposto un piano di contenimento del consumo e dell’uso del gasolio per il riscaldamento, per fronteggiare le difficoltà di approvvigionamento per non creare disagio ai ricoverati. La decisione è stata adottata per assicurare il riscaldamento degli ambienti ospedalieri per il periodo più lungo possibile utilizzando l’attuale scorta. La criticità deriva dal fatto che la Ditta titolare del contratto rifiuta di assicurare la continuità della fornitura sostenendo di essere creditrice di somme pregresse. I pagamenti correnti, relativi a forniture effettuate nel corso dell’anno 2011 risultano essere stati disposti entro i termini previsti. Per quanto riguarda i crediti relativi a periodi precedenti il pagamento spetta alla SORESA (Società Regionale per la Sanità). La Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero ha provveduto a rappresentare la situazione anche ai Carabinieri ed al Sindaco di Polla quale Autorità Sanitaria locale.

Lascia un Commento