Policastro Bussentino (SA) – Centro Le Rose, i dipendenti licenziati proseguono nella loro protesta

I dipendenti del centro "Le Rose" di Policastro Bussentino, licenziati lo scorso 5 marzo dalla cooperativa sociale Multiservice sud, proseguono nella loro protesta silenziosa continuando ad occupare l‘edificio ma soprattutto a lavorare, come se nulla fosse, al servizio degli anziani e dei diversamente abili all’interno della struttura di proprietà della curia vescovile. Con un documento i lavoratori   – nel confermare lo stato di agitazione a tempo indeterminato “in attesa – si legge nel comunicato – che il piano sociale di zona S9 assuma le decisioni necessarie alla continuità dei servizi” diffidano la Multiservice sud "ad intraprendere azioni che possano ulteriormente inasprire il clima tra i lavoratori”. I dipendenti, inoltre, annunciano che si opporranno con forza a qualsiasi trasferimento degli anziani ed allo sgombero del centro. La scorsa settimana, in comune a Sapri, il sindaco ed il vicesindaco della cittadina capofila del piano di zona S9 si sono riuniti assieme a Tammone della Multiservice sud – la coop che gestisce i servizi del centro Le Rose -, Guida della curia vescovile e Vrenna della Cgil. Da questo primo tavolo tecnico è nato tra le parti l’impegno di trovare in tempi brevi una soluzione per salvaguardare struttura, anziani e posti di lavoro.

Lascia un Commento