Poggiomarino (NA) – Anche una docente di Nocera coinvolta nel “diplomificio”

E’ coinvolta anche una giovane docente di Nocera Inferiore nell’inchiesta che oggi ha portato al sequestro del cosiddetto “diplomificio” di Poggiomarino nel napoletano. 

Si tratta di Sara Fasolino, di 36 anni, che con altre cinque persone è accusata di associazione per delinquere finalizzata al falso ideologico. Tutte sono state denunciate, mentre altri due indagati, Antonio Boccia, 34 anni, amministratore unico della scuola paritaria e, la dirigente scolastica generale, Pasqualina Falanga, di 62 anni, sono stati arrestati. Secondo le indagini, coordinate dalla Procura di Torre Annunziata e svolte dalla Guardia di Finanza, i due arrestati con l’ausilio dei 6 vice presidi dell’Istituto, tra cui la docente salernitana, avrebbero realizzato dal 2008 una serie ripetuta di condotte fraudolente, falsificando le generalità di studenti iscritti ai corsi di studi e risultati inesistenti. In pratica centinaia di studenti risultavano iscritti e frequentanti la scuola, ma in realtà erano inesistenti. Quelli che effettivamente frequentavano l’Isef di Poggiomarino erano solo il 20% del totale degli iscritti.

La scuola è ora sotto sequestro.

Lascia un Commento