Pochi posti al San Luca, lettera dei sindacati alla Procura

Maggiori controlli all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania. La richiesta, indirizzata alla Procura di Vallo della Lucania e ai NAS di Salerno, arriva da Biagio Tomasco, segretario provinciale alle politiche sanitarie della Uil e dal segretario aziendale del sindacato Adriano Cirillo, secondo i quali al San Luca sarebbe diffusa la cattiva abitudine del cosiddetto posto letto aggiunto nelle varie Unità Operative: un’abitudine che si è aggravata con la riorganizzazione estiva del presidio ospedaliero, che ha tagliato 25 posti letto. Ci sono, in pratica, meno posti rispetto alle richieste maggiori derivanti dalla presenza di turisti nel territorio, con la conseguenza che tutte le unità operative vengono ingolfate, con disagi che si ripercuotono sui pazienti. 
A ciò si aggiunge la carenza di personale, che è problematica già nel corso dell’anno e che in estate diventa molto più grave. I sindacati, inoltre, evidenziano un altro problema, ossia la decisione della direzione sanitaria di non garantire il cambio turno, e quindi il ritorno a casa del dipendente, al termine dello stesso.
Pertanto i sindacati chiedono un intervento “per sanare quella che si ritiene una disposizione pericolosa per i pazienti ed i lavoratori”.

Lascia un Commento