Pmi campane, cresce il loro numero e l’occupazione più di media Italia

La Campania ha una crescita del numero di Piccole e medie imprese più alta della media nazionale. Il loro fatturato dopo un boom tra il 2007 e il 2017 è in rallentamento. In questi dieci anni infatti le Pmi campane sono cresciute il doppio rispetto alla media delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno e molto più alta della media italiana.

E’ quanto emerge dal “Rapporto Pmi Mezzogiorno”, a cura di Confindustria e Cerved, con la collaborazione del Centro SRM – Studi e Ricerche per il Mezzogiorno. Il rapporto evidenzia che le piccole e medie imprese in Campania sono arrivate nel 2017 a 10.423 con un aumento di circa il 5% rispetto al 2016 rispetto a una media nazionale di crescita del numero di imprese di quasi il 3% e a una media del Mezzogiorno del 3,5%. Il rapporto sottolinea che le Pmi meridionali sono ad un punto di svolta, perché il trend di crescita riscontrato per tutto il 2017 inizia a mostrare segnali di rallentamento e i risultati delle imprese evidenziano prospettive incerte per i prossimi mesi.

L’occupazione cresce nelle piccole Pmi campane del 20,8% ma anche nelle medie imprese con un +12,4%. Dati molto più alti della media del Mezzogiorno e dell’Italia che è rispettivamente del 5% e del +2%. La Campania conferma la sua crescente vocazione all’export con oltre il 9% di Pmi che sono considerate fortemente esportatrici, rispetto alla media del Sud che è dell’8,7%, ma ancora indietro nel raffronto con la media italiana che ha il 20,7% di imprese fortemente dedite all’export.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento