Plastica in mare, al porto Marina d’Arechi di Salerno in azione il sistema filtraggio Seabin

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Al porto Marina d’Arechi di Salerno approda Seabin, un innovativo sistema di raccolta di plastica in mare. Ne sono state installate due unità per il filtraggio continuo delle acque del bacino portuale, separando e recuperando dal mare plastica, microplastiche fino a 2 mm e microfibre fino a 0,3 mm.

 

Il Seabin è nato nel 2014 dalla volontà di un gruppo di giovani australiani, amanti del surf, nuoto, immersioni, spinti dalla passione per l’oceano e dalla consapevolezza che la cattiva gestione dei rifiuti li stava uccidendo.

Una volta installato, il Seabin si muove su e giù con la portata della marea raccogliendo tutti i detriti marini.

L’acqua viene aspirata dalla superficie con una pompa sommergibile in grado di trattare 25mila litri all’ora e passa attraverso un sacchetto di raccolta. L’acqua viene quindi pompata nuovamente nella marina lasciando i detriti marini intrappolati all’interno della sacca di cattura per essere riciclati o inviati a una struttura di gestione dei rifiuti.

I nuovi dispositivi sono stati immersi in due punti, con la parte superiore al livello della superficie dell’acqua, e sono in grado di funzionare 24 ore al giorno, raccogliendo molti più detriti in galleggiamento, soprattutto plastici, di quanto sia possibile con una raccolta manuale.

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento