Pisciotta (SA) – Opere infrastrutturali al Porto sequestrate dalla Finanza

Le opere infrastrutturali del porto di Marina di Pisciotta nel Cilento sono state sequestrate dai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Salerno e della Brigata di Camerota Marina. Le opere, ritenute abusive dalle fiamme gialle, sono state realizzate su un’area demaniale marittima di circa 7mila mq e comprendono molo a forma di martello, molo di collegamento, sopraelevazione del molo di sopraflutto, scogliere, pontile in ferro per attracco natanti, pennelli trasversali e una strada di collegamento di circa 200 metri. Denunciati all’Autorità Giudiziaria il responsabile del procedimento dell’Ufficio Tecnico del Comune di Pisciotta, l’amministratore delegato della società esecutrice dei lavori e cinque tecnici, tra progettisti e direttori dei lavori. Sono accusati in concorso di danneggiamento e deturpamento ambientale, violazioni in materia urbanistica, demaniale e paesaggistica.

Lascia un Commento