Pirotecnici scaduti, incontro in Prefettura a Salerno sul corretto smaltimento

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Si è svolta stamattina in Prefettura a Salerno una conferenza per presentare la campagna di sensibilizzazione sul tema del corretto smaltimento dei pirotecnici scaduti, in particolare dei razzi di segnalazione che sono tra le dotazioni di sicurezza per la nautica.

 

I razzi di segnalazione, giunti a scadenza, non devono essere smaltiti come un normale rifiuto ma vanno restituiti ai rivenditori al momento dell’acquisto di nuovi: saranno loro poi a richiederne il ritiro e lo smaltimento ai produttori sui quali grava l’obbligo di gestire il fine vita dei pirotecnici scaduti, così come previsto da Decreto Ministeriale.

I maggiori produttori e importatori nazionali, per poter adempiere a questo obbligo, si sono infatti consorziati nel Co.Ge.Pir. (Consorzio Gestione Pirotecnici), che cura attualmente la gestione dei rifiuti esplodenti.

Possono rivolgersi al Consorzio anche coloro che si trovassero in possesso di razzi o pirotecnici scaduti, senza avere la necessità di acquistarne di nuovi. La campagna di informazione, finalizzata a tutelare sia l’ambiente che la pubblica incolumità, proseguirà con la diffusione capillare di una locandina nei porti turistici, presso i concessionari di posti d’ormeggio e gli Enti legati alle attività marittime e portuali nella provincia di Salerno come i Comandi dipendenti dalla Capitaneria di porto di Salerno. 

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento