Picentini, smantellata banda dedita allo spaccio


Smantellata una rete di spaccio attiva tra la zona orientale di Salerno, in particolare Pastena, Mercatello, zona industriale e la litoranea di Pontecagnano Faiano. Questa mattina i carabinieri, su ordine del gip del tribunale di Salerno, che ha accolto la richiesta della locale procura, hanno fermato nove persone, quattro delle quali finite in carcere, cinque invece destinatarie dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con permanenza notturna. L’ipotesi di reato, per tutte e nove le persone fermate, è di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini sono iniziate in seguito alla morte, avvenuta lo scorso anno, di un 18enne di Giffoni Valle Piana a causa di overdose. I militari hanno individuato i fornitori della droga, ossia le quattro persone finite in carcere. Grazie a successive intercettazioni telefoniche gli inquirenti hanno ricostruito l’attività di spaccio dei quattro fermati, che consisteva nella vendita di cocaina ed eroina tra Pastena, Mercatello, la zona industriale di Salerno e la litoranea di Pontecagnano Faiano, grazie anche all’ausilio delle altre cinque persone destinatarie dell’obbligo di dimora. Oltre sessanta le cessioni di droga effettuate tra marzo e luglio del 2016.

Nell’ambito delle indagini i carabinieri hanno inoltre scoperto che uno degli indagati aveva commesso, nel 2016 un furto presso l’abitazione di una anziana signora a Montecorvino Rovella, approfittando dell’assenza della stessa. La refurtiva è stata recuperata dai militari; lo stesso indagato, in concorso con un’altra persona già identificata, è stato individuato inoltre come responsabile di uno scippo messo in atto ad Agropoli, sempre nel 2016, ai danni di una donna, alla quale fu strappata una collana. Il tentativo di rivendere l’oggetto presso un negozio di Pontecagnano Faiano fallì per il tempestivo intervento dei carabinieri, che sequestrarono l’oggetto.

Lascia un Commento