Piano Sanitario, sindacati contro Polimeni citano la Regine in giudizio

I sindacati hanno impugnato per violazione di legge, eccesso di potere e violazione del giusto procedimento il Piano di rientro dal deficit sanitario della Regione Campania edito dal commissario straordinario Joseph Polimeni.

“Per anni, come spiega Rolando Scotillo della Fisi/Fials, l’organizzazione che si è fatta promotrice del ricorso al capo dello Stato e che ha già raccolto 500 adesioni, la sanità campana ha vissuto “uno stato d’eccezione”, ovvero una particolare configurazione del potere politico in presenza di una circostanza particolarmente grave che impone di sospendere il rispetto delle leggi scritte”. I dipendenti della ASl di Salerno ad esempio hanno subito il blocco della contrattazione decentrata e il blocco dei relativi fondi economici ed hanno visto congelare oltre 13 milioni di euro di parte variabile dello stipendio dal 2010 al 2014, mentre tutti i dipendenti di tutte le altre ASL della Regione Campania hanno beneficiato dei fondi derivanti dalle contrattazioni decentrate regolarmente corrisposti ai dipendenti.
I sindacato ha impugnato ora
il decreto n. 7 che prevede che non c'è possibilità di recupero degli arretrati per il periodo 2010/2014

Lascia un Commento