Petina, sindaco D’Amato rimette incarico al Prefetto per “lesione di diritto allo studio”

Si è dimesso rassegnando il suo incarico nelle mani del prefetto di Salerno, il sindaco di Petina, Domenico D’Amato.

La decisione è motivata in una lettera in cui parla di “lesione del diritto allo studio”.

La decisione arriva all’apertura del nuovo anno scolastico proprio per evidenziare a Prefetto, presidente della Regione Campania, Ufficio Scolastico Regionale e all’Anci le grosse difficoltà della scuola in questo piccolo comune degli Alburni.

I 45 alunni iscritti alla Scuola Primaria di Petina frequenteranno l’anno scolastico in sole tre classi dal momento che la prima e la seconda elementare sono state accorpate e frequenteranno le lezioni insieme, così come la terza e la quarta elementare. Soltanto la classe quinta proseguirà l’anno in modo autonomo. Il sindaco D’Amato precisa che il numero degli alunni è lo stesso dello scorso anno quando le classi erano regolari.  

Nella missiva inviata al prefetto Francesco Russo il sindaco si dice profondamente sfiduciato verso le istituzioni repubblicane per la lesione del diritto allo studio e all’istruzione, diritto inalienabile poiché garantito dalla Costituzione.

Lascia un Commento