Pericolo crollo costoni rocciosi nel Cilento, dopo 5 anni il sopralluogo nelle aree a rischio

Si è tenuto questa mattina l’incontro, promosso dalla Capitaneria di Porto di Palinuro, con i sindaci del basso Cilento, l’autorità di Bacino sinistra Sele e la Regione Campania per affrontare il problema dei costoni rocciosi a rischio crollo lungo l’intero tratto di costa che si estende da Palinuro a Scario.

Solo pochi giorni fa infatti a Capo Palinuro si è staccato un ultimo masso dal costone. Scopo dell’incontro è stato valutare la possibilità di adottare misure concrete per garantire soprattutto la sicurezza delle persone. Tutti ricordiamo ancora la tragedia di Crescenzo della Ragione, il 27enne che morì a causa di un costone staccatosi all’interno della discoteca ‘‘il Ciclope” di Camerota.

Il comandante della Guardia Costiera di Palinuro, Andrea Palma, ha infatti dichiarato che, proprio a causa di questo dramma, l’attenzione e la vigilanza devono essere raddoppiate.

La mappatura delle zone a rischio comprende anche zone interdette nei comuni di Pisciotta e Sapri. Lo scorso anno in queste zone la Guardia Costiera sollecitò anche l’intervento degli enti competenti comminando decine di multe a diportisti e bagnanti che erano in aree a rischio.

All'incontro di questa mattina è stato deciso che sarà effettuato un nuovo sopralluogo nelle aree a rischio per il crollo dei costoni rocciosi… un sopralluogo che arriva a distanza di 5 anni dal precedente.

 

All'incontro erano presenti anche il sindaco di Centola Carmelo Stanziola e il sindaco di Camerota Antonio Romano raggiunti telefonicamente da Carmela Santi

Riascoltali QUI

Sindaci Stanziola e Romano su crolli lungo le coste del Cilento

Lascia un Commento