Perdifumo, comune si oppone all’arrivo di cittadini profughi

Anche Perdifumo, dopo Cicerale, scongiura la presenza di profughi sul proprio territorio. Dovevano arrivare infatti 36 cittadini ma l’amministrazione comunale, interpretando la volontà comune ai cittadini, si è opposta.

E’ emerso da un incontro in Prefettura lo scorso sabato, al quale ha partecipato il vicesindaco, Rosaria Malandrino, che ha chiarito e motivato le ragioni della propria opposizione alla presenza dei 36 cittadini, troppi, secondo l’amministrazione, per un paese piccolo come Perdifumo.

Il vicesindaco ha evidenziato i possibili disagi derivanti dalla presenza di immigrati, soprattutto in considerazione della carenza di lavoro e della mancanza di mezzi pubblici, oltre che per la presenza di una popolazione per lo più anziana. Pertanto momentaneamente la Prefettura ha disposto nuove verifiche tecniche sospendendo l’arrivo dei migranti.

Lascia un Commento