Pay Tv a prezzi ridotti, scoperta centrale a Scafati . Nei guai due coniugi

Una centrale clandestina che aveva trovato il modo di decodificare il segnale criptato delle Tv a pagamento Sky e Mediaset Premium è stata scoperta a Scafati dalla Guardia di Finanza.

Era stata realizzata da due coniugi che hanno un’esperienza nel settore. Stando agli accertamenti delle Fiamme Gialle, erano oltre mille gli utenti, sia privati che esercizi commerciali, che potevano vedere in chiaro e a basso costo i programmi  delle note pay tv.

All’interno di un garage, in pieno centro cittadino a Scafati, era stata collocata la centrale pirata, dove i finanzieri della Compagnia di Scafati hanno sequestrato 84 decoder, 3 computer, vari hard disk e telefoni cellulari. Inoltre, nell’abitazione dei due coniugi sono stati trovati 44mila euro in contanti, frutto probabilmente dell’illecita attività.

Con un abbonamento mensile di soli 15 euro, gli utenti avevano la possibilità di accedere liberamente e senza limitazioni ai contenuti offerti da Sky e Mediaset Premium. Il prezzo mensile dell’abbonamento cresceva sensibilmente per ricevere il servizio pirata all’interno di esercizi commerciali.

L’indagine della Finanza è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Ai due coniugi scafatesi è stata contestata la violazione della Legge numeros 633 del 1941, che prevede la reclusione fino a 4 anni e la multa di 15mila euro a tutela della violazione del diritto d’autore.

Lascia un Commento