Patrimoni fondati sul narcotraffico, arresti e sequestri a Scafati

Due fratelli di Scafati, di 60 e 55 anni, ed il figlio 25enne di uno dei due, sono stati arrestati oggi dai carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che nei confronti dei tre uomini hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Nocera, mentre nei confronti di un quarto uomo, un 39enne di Santa Maria La Carità, è stato applicato il divieto di dimora nell’intera Regione Campania. Sono accusati di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini dei militari, coordinate dalla Procura nocerina, hanno avuto inizio a marzo scorso in seguito al ritrovamento a casa del 55enne, di circa 100 grammi di cocaina e 100 grammi di marijuana. Sono poi emersi elementi di responsabilità per numerosi episodi di spaccio a carico di tutti e 4 gli indagati i quali avevano sostanzialmente fatto degli stupefacenti la loro unica fonte di guadagno.

Inoltre a seguito di accertamenti patrimoniali a carico degli indagati e dei loro famigliari gli investigatori hanno trovato e sottoposto a sequestro la somma contante di circa 13mila euro e la Procura ha ottenuto un decreto di sequestro preventivo per ulteriori 400mila euro, depositati in conti correnti e prodotti finanziari nella disponibilità degli indagati, oltre ad un’auto Mercedes ed una moto, acquistati, secondo gli inquirenti, con ricavi provenienti dalle attività di spaccio. Nel corso della stessa operazione i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà, a titolo di concorso, altre 5 persone in qualità di fiancheggiatori.

Lascia un Commento