Patenti facili in tutta Italia, arresti anche nel Salernitano. I dettagli

“Patenti facili” in tutta Italia. E’ stata smantellata dalla Polizia un’associazione a delinquere per truffa, falso e riciclaggio di marche da bollo. Sono state arrestate 15 persone tra Roma, Cosenza e nel Cilento.

Facevano rilasciare regolari patenti di guida a cittadini stranieri che nemmeno parlavano italiano e non conoscevano gli articoli del Codice della Strada, nascondendo microfoni e microtelecamere sotto gli abiti così da comunicare le risposte esatte ai quiz durante gli esami alla Motorizzazione Civile.

8 componenti della banda sono finiti in carcere mentre 7 ai domiciliari. Altri 7 sono indagati invece a piede libero.

Gli stranieri pagavano dai duemila a i 3.500 euro per poter ottenere non solo la patente B per auto ma anche quella speciale per guidare i mezzi pesanti. Le indagini sono iniziate nel mese di marzo 2017 da un controllo amministrativo in un’agenzia di pratiche auto di Roma con l’arresto del titolare trovato in possesso di oltre 1000 marche da bollo di provenienza illecita e pronte per essere applicate sulle autentiche di firme per il rilascio delle patenti di guida dietro il rilascio di ingenti somme di denaro. Il 55enne venne arrestato. A gestire l’organizzazione erano alcuni salernitani, tutti di stanza nel Cilento. Un 44enne e un 47enne, entrambi con precedenti di polizia per stupefacenti sono stati arrestati in qualità di promotori e organizzatori. Due donne sono finite ai domiciliari: una 38enne che suggeriva le risposte esatte ai candidati nel corso degli esami, e una 33enne che installava sui candidati gli strumenti tecnici necessari per svolgere gli esami ma anche un militare 35enne di Portici che vestiva i candidati nascondendo i microfoni sotto i vestiti. I

vertici dell’organizzazione, quindi, da Salerno si espandevano fino a Roma e in Calabria, portando i kit per gli esami, mettendo a disposizione delle autoscuole tutti i dispositivi elettronici necessari per consentire ai candidati il fraudolento conseguimento delle patenti.

L’attività ha consentito di individuare gli organizzatori e i titolari di ben 6 autoscuole nella Capitale, 6 nella provincia di Cosenza ed una in quella di Salerno e anche numerosi candidati che hanno conseguito illecitamente le patenti.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento